martedì 27 novembre 2012

SILVIA BARALDINI

ESEMPIO DI DEMOCRAZIA MADE IN USA

Silvia Baraldini per chi non la conoscesse era un'attivista italoamericana molto attiva nella fine degli anni '60 fino al 1983, comunista, membra del Partito delle Pantere Nere e capo del movimento del "19 Maggio", un movimento di matrice comunista messo al bando negli Stati Uniti perchè facevano "attivita sovversiva", accusata ingiustamente e senza prove di varie rapine e di omicidio per aver ucciso due guardie giurate fu arrestata la prima volta nel 9 Novembre del 1982 per attivita sovversita, PER ATTIVITA SOVVERSIVA PER ATTIVITA SOVVERSIVA, scarcerata sotto cauzione da parte dei suoi attivisti fu arrestata di nuovo l'anno dopo il 25 Maggio 1983 per rapina e omicidio colposo e gli dattero l'ergastolo Moltissime le proteste in tutta Italia per la sentenza soprattutto negli ambienti di sinistra che chiedevano la liberazione, fece attività politica anche dentro il carcere dove era rinchiusa, fu estradata in Italia il 26 Agosto 1999 sotto il governo D'Alema (con un accordo con Bill Clinton all'epoca presidente statunitense) e rinchiusa in un carcere italiano.
Fu scarcerata il 6 Settembre del 2006 sotto la legge dell'indulto vive tutt'ora a Roma. Tutta la mia Solidarietà a Silvia.

3 commenti:

  1. ...il problema è che quando ti scontri con una giustizia che non è giusta tutto diventa imprevedibile e difficile...

    RispondiElimina
  2. Negli Stati Uniti avere idee anche solo leggermente di sinistra è come avere una brutta malattia, figuriamoci se sei comunista o addirittura un'attivista e "sovversiva". Hai fatto bene a ricordare Silvia Baraldini perchè per ciò che Lei si batteva allora e cioè per dare giustizia alle minoranze americane riconoscendone dignità e diritti, dopo sessant'anni dalle prime lotte, non è cambiato nulla ,nemmeno nell'era del premio "Nobel"????? di Obama, in una società, quella americana, che si dichiara detentore di valori democratici. Ricordiamoci che Silvia era stata assolta dalla giustizia americana dal reato di avere ucciso un poliziotto nell'assalto ad una banca e che l'unica sua colpa è stata quella di battersi per i valori umani.

    RispondiElimina